Pittori vs fotografi

Fonte:  http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/1/12/Le_Caravage_-_Portrait_d%27Alof_de_Wignacourt.jpg

Fissare la propria immagina nel tempo è sempre stato un desiderio molto forte dell'essere umano. Già nell'egitto antico, tanti personaggi furono dipinti su diverse fresche e il faraone fu rappresentato su statue oppure sul proprio sarcofaghio. Nel Medioevo e poi nel Rinascimento, la voglia di farsi dipingere in modo molto realistico fu sempre più grande. Tutti i potenti, dal Papa ai borghesi, volevano un ritratto di se stesso. I pittori erano le star dell'epoca, come Leonardo da Vinci oppure il Caravaggio, di cui si seguivano i turbamenti come noi seguiamo le nostre celebrità preferite nella cronaca rosa di oggi. Ma il fatto che i ritratti siano riservati all'élite e questo statuto di star del pittore furono rimessi in discussione dall'invenzione della fotografia in poi.

 

I ritrattisti furono i primi responsabili della loro propria caduta. Grazie alla camera oscura, la quale fu inventata dai pittori del Rinascimento per disegnare perspettive in modo più facile, è la base della macchina fotografica. Nel 500, per ottenere un'immagine più chiara, una lente fu aggiunta alla camera nera. Gli effetti della luce su un supporto fotosensibile erano già conosciuti dagli alchimisti del Medioevo. Però la prima fotografia fu fatta nel 1826 da Nicéphore Nièpce, pioniere della fotografia.

Pittura storica vs fotografia di guerra

Fonte: http://www.bundestag.de/kulturundgeschichte/geschichte/ausstellungen/verfassung/tafel34/brandenburger_tor_450.jpg

Sin da quel giorno, man mano che la fotografia si democratizzò, i ritrattisti perdettero della loro influenza. Le macchine fotografiche sono diventate più accessibile, e non bisogna più essere ricchissimi o fare ricorso ad un fotografo per fare ritratti fotografici di qualità. Oggi, la fotografia occupa tutti i campi che erano appanaggiati da secoli dalla pittura. Per esempio, non ci sono più pittori storici per rappresentare a posteriori i momenti politici importanti, come l'incoronazione di Napoleone, bensì fotografi che fissono immagini reali delle guerre o di revoluzioni.

Fotografia vs verità

Fonte: http://www.rfi.fr/actufr/images/111/Controverses-REICHSTAG_432.jpg

Tuttavia, uno non si deve fidare cecamente della fotografia. Soprattutto oggi con la fotografia digitale, ma anche nel passato, le foto vengono ritoccate e presentate come vere. È il caso, per esempio, di questa foto conosciutissima dei soldati sovietici che appoggiano la bandiera rossa sul Reichstag. Oggi, sappiamo tutti che non è stata fatta dal vero bensì posata.